Il Trono di Spade, la serie TV più piratata.

Tanta pirateria per Il Trono Di Spade, ma che passaparola…

In caso aveste vissuto sotto una roccia durante questi anni, Il Trono Di Spade è una serie TV fantasy prodotta da HBO e creata da David Benioff e D.B. Weiss come adattamento dei romanzi di George R. R. Martin.
Nel 2015 la serie è stata eletta la più piratata dell’anno con più di 14 milioni di download illegali[x] e ha battuto il record di ascolti con il primo episodio della sesta stagione, andato in onda in contemporanea in ben 173 paesi nel 2016[x].

Game of Thrones, Il Trono di Spade, Emilia Clarke

Emilia Clarke è Daenerys Targaryen – photo Macall B. Polay/HBO Fonte: Facebook

Durante tutto il 2015 è presumibile che chi non avesse mai sentito parlare della serie TV, cosa impossibile, dove avete vissuto mi chiedo io, dopo averla incontrata nelle conversazioni tra amici o sui social network, abbia visto e recuperato tutti gli episodi – illegalmente perché non poteva permettersi di accedere al contenuto in altro modo – si sia appassionato e abbia deciso infine di accedervi legalmente, guardando l’episodio in diretta televisiva durante la notte con l’abbonamento a Sky Atlantic – canale su cui la serie va in onda in esclusiva per l’Italia. La visione non autorizzata degli episodi de Il Trono di Spade ha permesso quindi di diffondere a macchia d’olio la febbre per la serie, attraverso le continue conversazioni sul web, i Trending Topic su Twitter e la curiosità di sapere se uno dei protagonisti più amati era ancora vivo.

Il Trono di Spade, Game of Thrones

Una delle serie migliori degli ultimi anni. Fonte: Facebook

I fan come intermediari

Gli studiosi Grillo-Marxuach e Mittell in Spreadable Media. I media tra condivisione, circolazione e partecipazione «fanno vedere come i membri del pubblico generino valore attraverso gli acquisti diretti (di episodi scaricati legalmente, di DVD, di prodotti legati al programma) e grazie al loro ruolo di intermediari grassroots che attirano nuovi membri del pubblico.». Henry Jenkins in Cultura Convergente da questa definizione di intermediari grassroots: i partecipanti – per esempio blogger oppure leader dei gruppi di fan – che plasmano attivamente un flusso di contenuti operando al di fuori di qualsiasi sistema di corporate o di governo.

La potenza degli appassionati della serie TV quindi ha fatto sì che il bacino d’utenza si espandesse: sempre più individui hanno sentito parlare almeno una volta della serie tv oppure ne hanno sentito qualche dettaglio in primo luogo sul web o per la strada.

«Le audience, volenti o nolenti, creano valore economico per le attività commerciali generando il contenuto, attorno al quale viene raccolta e trasformata in merce l’attenzione.»

Twittare o condividere un’immagine della serie tv che ci appassiona, o più in generale, del proprio prodotto multimediale preferito, fa sì che la comunità del web conosca i gusti degli utenti e li rinforzi socialmente laddove questi collimino con quelli dei soggetti facenti parte di essa. «Le audience, volenti o nolenti, creano valore economico per le attività commerciali generando il contenuto, attorno al quale viene raccolta e trasformata in merce l’attenzione.» Citazione da A.A., Spreadable Media. I media tra condivisione, circolazione e partecipazione, Apogeo Education, 2013.

Game of Thrones, Il Trono di Spade, Cosplayer

I fan de Il Trono di Spade alla Game Of Thrones Exhibition a Amsterdam.

Che ne siano consapevoli oppure no, i fan danno un enorme contributo alla promozione di un prodotto multimediale. Gli utenti del web generano contenuti autonomamente ogni secondo. Cosa accadrebbe se venisse chiesto ai fan di generare un contributo utile per la nostra campagna promozionale in cambio di una ricompensa, anche piccola? Conquisteremmo dello spazio nelle bacheche di diversi utenti praticamente gratuitamente. A ogni modo nel 2016 Il Trono di Spade riacquistato il titolo di serie più piratata dell’anno [x], congratulazioni!

La settima stagione della serie arriverà il 16 Luglio 2017!

Beatrice Feudale

Beatrice Feudale

Social Media. Musica. Cinema. Serie TV. FAN. Come dissi alla mia discussione di laurea: "I fan sono importanti." e non mi stancherò mai di ripeterlo.

Leave a Comment